In Senza categoria

A volte, ascoltando le esperienze degli studenti dell’ITS, viene da pensare che “manutentori di aeromobili si nasce”. Non è proprio così, ma la passione sicuramente riveste un ruolo fondamentale per accedere a una professione che richiede una importante dose di responsabilità. Lorenzo, ad esempio, si è iscritto al corso di “Tecnico Superiore per la manutenzione di aeromobili” perché voleva una formazione “ben articolata, che approfondisse le mie conoscenze e mi inserisse nel mondo lavorativo”. Ha trovato quel che cercava? Si direbbe di sì: “Ho fatto due stage in un’azienda importante come Leonardo: un’opportunità che poteva darmi solo l’ITS. Mi è stata offerta l’occasione di sperimentare tantissimi tipi di lavoro e ho imparato molto, aiutato anche dalle basi fornite dalla scuola”. Sì, perché, come nota Lorenzo, “le ore di laboratorio ti danno le basi e durante lo stage costruisci su di esse per formarti sempre meglio: mi rendo conto infatti di avere ampliato tanto le mie competenze, sia teoriche sia pratiche, di avere migliorato la conoscenza dell’inglese, perché in azienda gli istruttori venivano da tutto il mondo e la lingua comune era quella”. Quanto ha contato la passione per la manutenzione? “Molto, in effetti, perché è grazie a essa che ho potuto adattarmi velocemente alla vita lavorativa” conclude Lorenzo.

Gioacchino, del primo anno del corso di manutentore, si è trasferito addirittura da Vittoria, in Sicilia, per frequentare l’ITS. In lui la passione ha giocato un ruolo decisivo: “Avevo frequentato l’Istituto Aeronautico e volevo assolutamente proseguire su questa strada. Quando ho scoperto l’ITS Lombardo Mobilità Sostenibile mi sono iscritto subito alle selezioni e le ho passate”. È come se si fosse coronato un sogno: “Il rapporto con i docenti è ottimo: alcuni di essi sono preparatissimi e, letteralmente, mi incantano. Ad altri faccio tantissime domande, perché in me è forte la voglia di imparare”. Anche la meccanica in ambito aeronautico riesce ad essere affascinante: “più entro nel dettaglio e più mi piace” conclude Gioacchino.

Tecnico Superiore per la manutenzione degli aeromobili categoria – B1.1 EASA Part 66

Recent Posts