Profilo professionale

Il Tecnico per la gestione dell’ambiente e della qualità – Esperto in CND, opera in aziende di lavorazioni meccaniche e aeronautiche, si avvale di approfondite conoscenze organizzative, normative, di standard e linee guida riconosciute, per promuovere la qualità sostanziale dell´organizzazione, la sua responsabilità sociale ed ambientale, la sua capacità di comunicare la qualità verso l´esterno. Grazie alla sua conoscenza specifica delle tecnologie per la ricerca di difetti, dei principi fisici su cui si basano le tecniche volumetriche e superficiali, delle apparecchiature nel loro stato di complessità e delle normative di settore che regolano i criteri operativo/procedurali e di accettabilità è un esperto di Controlli non distruttivi secondo la normativa ISO 9712 (settore industriale) e EN 4179 (settore aeronautico/aerospaziale)

Il percorso formativo nasce con la finalità di fornire competenze tecniche estremamente operative nel settore della progettazione, gestione e governo dei Sistemi integrati per la Qualità, l´Ambiente, l’energia e la Sicurezza sul lavoro. Al fine di consentire agli studenti di acquisire un´ampia e qualificata Professionalità, facilmente spendibile nel mondo del lavoro.

Al termine del percorso formativo gli studenti avranno acquisito competenze in merito:

  • alla realizzazione e implementazione del sistema di gestione aziendale relativo alla Certificazione di Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza;
  • all’analisi di un processo aziendale in una prospettiva di valutazione di impatto ambientale;
  • allo studio piano di approccio alla Certificazione Qualità, Ambientale, Sicurezza;
  • alla progettazione di interventi formativi rivolti al personale per il miglioramento della sicurezza, della qualità e dell´ambiente.
  • alla realizzazione di controlli qualità, mediante l’ausilio di tecniche non-distruttive, su componenti che richiedono un accurato livello qualitativo senza comprometterne l’integrità, ricercando difetti di fabbricazione tipici dei processi tecnologici.

 

Finalità occupazionali

La figura di riferimento opera in aziende di lavorazioni meccaniche aeronautiche che producono semilavorati o prodotti finiti quali: acciaierie, tubifici, fonderie, forgerie, officine meccaniche, costruzioni meccaniche e aeronautiche.

Può anche operare in società di consulenza che supervisionano la realizzazione e il mantenimento delle Certificazioni “Qualità, Ambiente e Sicurezza” in riferimento alla ISO 9001, ISO 14001, OHSAS 18001, BRC, IFS etc.

 

Posizione nell’organizzazione

Se inserito in aziende manifatturiere o di manutenzione si colloca all’interno dell’ufficio qualità e/o ufficio tecnico e/o produzione in qualità di:

  • referente aziendale dei sistemi e dei processi di qualità sostanziale ed ambientale e dei sistemi e processi di responsabilità sociale
  • operatore qualità certificato in controlli non distruttivi (UT VT e PT)

Se inserito in società di consulenza alle aziende, può lavorare come esperto dei sistemi di qualità sicurezza e ambiente.

 

Requisiti di accesso al corso

Possono essere selezionati come destinatari di percorsi IFTS soggetti fino a 29 anni alla data di avvio del percorso, residenti o domiciliati in Lombardia in possesso dei seguenti titoli:

  • diploma di istruzione secondaria superiore;
  • diploma professionale di tecnico di cui al decreto legislativo 17 ottobre 2005 n. 226, articolo 20, comma 1, lettera c, ovvero attestato di competenza di III livello europeo conseguito nei percorsi di IFP antecedenti all’anno formativo 2009/2010;

L’accesso ai percorsi IFTS è consentito anche a coloro che sono in possesso dell’ammissione al quinto anno dei percorsi liceali, ai sensi del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n.226, articolo 2, comma 5, nonché a coloro che non sono in possesso del diploma di Istruzione Secondaria Superiore, previo accreditamento delle competenze acquisite in precedenti percorsi di istruzione, formazione e lavoro successivi all’assolvimento dell’obbligo di istruzione di cui al regolamento adottato con decreto del Ministro della pubblica istruzione 22 agosto 2007, n.139.

Per i cittadini italiani e stranieri che hanno conseguito un titolo di studio all’estero valgono le disposizioni previste dalla circolare della Direzione Generale Istruzione, Formazione e Lavoro Prot.E1.0539654 del 24/06/2010 “Determinazioni in merito ai requisiti di accesso ai percorsi formativi extra obbligo che rilasciano attestati della Regione Lombardia”.

 

Requisiti preferenziali

  • Conoscenza di base della lingua inglese
  • Conoscenza dei principali applicativi Microsoft Office
  • Titolo di studio: diploma d’Istruzione Superiore o IeFp preferibilmente in ambito tecnico

 

Modalità di selezione ammissione

  • test attitudinale.
  • colloquio motivazionale.

 

Struttura del corso

  • Durata: 1000 ore di cui 410 di  tirocinio.